Logo Fattura Elettronica per la P.A.

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Sistema di Interscambio

Ricerca

Ti trovi in: Home - F.A.Q. - F.A.Q. Pubbliche Amministrazioni

F.A.Q. Pubbliche Amministrazioni

In questa pagina è possibile leggere le domande che sono state rivolte dagli utenti del Sistema di Interscambio riguardo l' argomento Pubbliche Amministrazioni

Dove posso trovare il codice ufficio della amministrazione a cui è destinato il mio file FatturaPA da inserire nel campo CodiceDestinatario del blocco DatiTrasmissione?

Il codice dell'ufficio della PA destinataria a cui inoltrare il file FatturaPA è reperibile sul sito dell'Indice delle Pubbliche Amministrazioni. Per sapere in quale area e con quale modalità ricercare tale codice si rimanda alla documentazione presente sul sito stesso (Guida IndicePA Area Pubblica).

Cosa deve indicare un'Amministrazione Pubblica nella stringa URI sul sito www.indicepa.gov.it all'atto del proprio censimento sull'Indice delle Pubbliche Amministrazioni?

Premesso che il campo URI deve essere popolato nei soli casi in cui il canale attraverso il quale si riceve il file FatturaPA sia diverso dalla Posta Elettronica Certificata (PEC), il valore da inserire è quello indicato nella mail che il Sistema di Interscambio invia al termine della procedura di accreditamento.

Ho ricevuto dal sistema di interscambio una notifica di decorrenza termini, cosa significa?

La notifica di decorrenza termini viene inviata, al trasmittente ed al ricevente, 15 giorni dopo che la fattura è stata consegnata alla PA (per i dettagli sul calcolo del termine si rimanda al documento “Specifiche tecniche relative al Sistema di Interscambio versione 1.1 – pdf”). Essa segnala che il Sistema di interscambio ha regolarmente concluso la gestione (ricezione e consegna alla PA) della fattura oggetto della notifica. Pertanto dopo tale notifica il SdI scarterà la fattura, se re-inviata, e qualsiasi comunicazione ad essa relativa. La notifica di decorrenza non ha alcuna implicazione sulla verifica della correttezza e sulla successiva gestione della fattura da parte della PA interessata; tali aspetti restano di esclusivo dominio del rapporto tra fornitore e cliente.

Ho aggiornato sull’ indice delle PA la PEC nell’ ufficio di fatturazione ma le fatture continuano ad essere inviate alla casella PEC precedente

E' opportuno verificare che l’ aggiornamento del canale di ricezione (nello specifico la PEC), sia stato riportato in corrispondenza del servizio di FE e non solo tra le informazioni generiche dell’ Ufficio.

Per completezza e verifica si riportano le istruzioni emanate da AgId per l’ effettuazione delle operazioni suddette:

  1. selezionare la voce del menu “Gestione Unità Organizzative” e scegliere l’Ufficio desiderato;
  2. selezionare il pulsante in basso a destra “Gestione Servizi” e nella schermata successiva scegliere “Servizio di Fatturazione Elettronica”;
  3. selezionare Modifica e quindi scegliere, nel campo "Canale Trasmissivo", il valore desiderato tra PEC. Nel caso di PEC occorre digitare e verificare l'indirizzo PEC inserito nell'apposito campo più in basso;
  4. al termine delle operazioni selezionare il pulsante SALVA.

Si segnala inoltre che le politiche di allineamento delle diverse strutture dati gestite da Agenzia per l’Italia digitale, prevedono che le informazioni modificate siano rese disponibili ai sistemi automatici che interrogano iPA (e quindi anche al Sdi) nelle 24 ore successive all’inserimento.

Tutte le informazioni e operazioni necessarie alla gestione delle unità organizzative e/o dei servizi su IPA sono descritte nel dettaglio nella Guida IndicePA Area Riservata.